Close

16 Settembre 2019

Tra le forme attraverso le quali è possibile richiedere ed ottenere un prestito sicuramente quella più diffusa è la cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

L’importo massimo che può essere finanziato attraverso tale tipologia di finanziamento non può superare la quinta parte dello stipendio (o pensione).

Il rimborso del prestito avviene tramite trattenuta da parte del datore di lavoro diretta sulla busta paga del richiedente, ciò è sicuramente conveniente, anche perchè diminuisce lo stress causato dal prestito.
Il prestito tramite cessione del quinto può essere richiesto presso una qualsiasi banca o altro istituto di credito, presentando l’ultima busta paga (o il cedolino nel caso a fare richiesta del prestito sia un pensionato) dal quale risultino tutti i dati relativi alla retribuzione lorda, netta e il TFR.

Sulla base di tali dati l’ente erogatore deciderà l’ammontare da concedere in prestito. Il prestito può essere rimborsato in un periodo massimo di 120 mesi (10 anni).

I soggetti abilitati a poterne fare richiesta sono:

  • dipendenti pubblici;
  • dipendenti privati;
  • pensionati.

A garanzia del prestito viene solo richiesto di essere in possesso di un posto di lavoro. Inoltre, è necessario sottoscrivere un polizza assicurativa rischio impiego attraverso la quale far fronte a tutti gli eventuali rischi che possano impedire l’adempimento del debito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *